Adesivi murali: storia, informazioni tecniche e ambientazioni.

 

Le origini degli adesivi murali

La nascita dei primi adesivi murali avviene con molta probabilità nel 18° secolo in Inghilterra, quando l’azienda Wedgwood iniziò a produrre degli adesivi decorativi da applicare sulla porcellana. Nei primi anni del 19° secolo, in seguito all’ascesa del fenomeno dell’industrializzazione, nacque l’esigenza di ideare nuove tecniche di produzione di adesivi da applicare sulle carrozze, sulle scatole per sigari, sulle macchine da cucire, ecc: si trattava di un primo tentativo di creare dei materiali alternativi più economici da sostituire ai più costosi prodotti come la foglia oro o la decorazione tramite pittura.

Nel 20° secolo, e più precisamente del 1980, nacque a New York la tradizione della “street as gallery”. Fautore di questa nuova ideologia fu un gruppo di artisti che si fece chiamare “Avant”. Questi ultimi adornarono gli spazi pubblici e li liberarono dal degrado urbano con i loro disegni e i loro slogan politici, ma per evitare di danneggiare in modo permanente i muri, iniziarono a produrre in studio la loro arte. In questo periodo molti artisti cominciarono così ad utilizzare gli adesivi in vinile anziché la carta per le loro creazioni. Il vantaggio del vinile era l’impermeabilità, la resistenza al sole e la durata.

Nei primi anni ’90 del 20° secolo, proprio per la sua versatilità, il vinile venne utilizzato come stencil murale dagli artisti di strada. Grandi artisti come Banksy, per molto tempo additati come “imbrattamuri”, divennero in seguito delle icone della street art. La realizzazione dei murales era un’attività che richiedeva grande rapidità per scongiurare l'intervento della polizia, per cui Banksy si servì della tecnica dello stencil, diventandone uno dei maggiori utilizzatori del tempo. L’adesivo in vinile veniva preparato prima in luoghi sicuri e lontano da occhi indiscreti; una volta realizzato lo stencil, il writer usciva in strada, applicava con nastro adesivo la sagoma sul muro, spruzzava il colore negli spazi vuoti e scappava via.

Adesivi murali

Quando verso la fine degli anni ’80 la carta da parati iniziò ad essere utilizzata sempre meno, gli adesivi murali da espressione artistica delle strade divennero in breve tempo decorazioni da muro e presero il sopravvento nelle nostre case.

In Italia la nascita dei primi adesivi da muro risale ai primi anni ’90 del Novecento quando un’azienda ebbe l’idea di stampare degli elementi decorativi per la casa su del vinile autoadesivo. Da quel momento in poi, l’utilizzo degli stickers da parete per la decorazione degli ambienti ha avuto una rapida ascesa e, attraverso l’introduzione di nuove tecniche di produzione, si è sempre più perfezionata. Oggi il vinile è divenuto il secondo materiale plastico più prodotto al mondo.

Decorazione pareti: scegliere gli stickers murali per abbellire gli spazi con creatività

Che sia in una casa nuova o in un ambiente da rinnovare, la decisione di utilizzare dei wallstickers come decorazioni murali rappresenta una soluzione sicuramente azzeccata. La vasta gamma di adesivi per pareti, la presenza di diverse forme e colori, consente oggi al consumatore di avere solo l’imbarazzo della scelta. E la loro semplice applicazione, ne ha facilitato la rapida diffusione in qualsiasi spazio della nostra casa.
Come poter rinunciare alle bellissime scritte per pareti? Una frase, un aforisma, una citazione dicono tanto, a volte molto più di una semplice immagine: perché allora non utilizzare delle scritte come adesivi murali per camerette?

Siamo stanchi delle impersonali piastrelle presenti in cucina? Oggi diventa facile rinnovare l’ambiente con allegri e colorati adesivi murali per cucina oppure con una utilissima lavagna adesiva, accessorio perfetto per annotare la lista della spesa o le ricette ascoltate al volo nel nostro programma tv preferito.
Quando ci apprestiamo ad eseguire delle decorazioni per le pareti della camera da letto, possiamo constatare il largo utilizzo di stickers da applicare sulla testata del letto per rendere la camera adibita al riposo, uno spazio accogliente e personalizzato.
In ambienti moderni e minimal, dove lo stile essenziale predomina, si sente l’esigenza di conferire alla stanza un tocco di colore e di stile. Con un budget minino, anche ambienti finora considerati tabù in termini di costi possono essere abbelliti in modo originale ed economico. Pensiamo ad esempio al salotto ed a come risulti semplice decorare le pareti con dei fiori stilizzati
o con delle farfalle da muro.

adesivo con fiori ambientato in salotto moderno bianco

Naviga all'interno della nostra categoria adesivi murali e lasciati ispirare dalle innumerevoli proposte decorative: rimarrai sorpreso di vedere in quante ambientazioni è possibile applicare i nostri prodotti.

Superfici su cui è possibile applicare gli stickers murali

Grazie ai materiali di cui sono composti, oggi gli adesivi da parete possono essere applicati su diverse superfici: vetro, piastrelle, mattonelle del bagno, pareti, metallo, specchio, ceramica dei sanitari, ecc.). Prima di applicare l’adesivo è consigliabile preparare la superficie eliminando eventuale polvere, umidità o residui di sporco: basterà pulire con un panno pulito e asciutto. In caso di decorazione di una parete, se la superficie è stata tinteggiata da poco, bisognerà attendere almeno un mese.

 

Come applicare un adesivo murale

Se vuoi sapere come attaccare al muro uno sticker, basta seguire dei semplici accorgimenti per consentire al vinile di attaccarsi correttamente sulla parete.

Ogni sticker è composto da tre parti:

  • Una carta bianca oleata su cui è attaccata la decorazione adesiva;
  • La decorazione adesiva consistente in una scritta o in un disegno;
  • Una pellicola trasparente (detta anche application tape), che ricopre la decorazione e che serve a trasferire con facilità l’adesivo sulla superficie da decorare.

Una volta acquistato, il prodotto arriverà a casa arrotolato su se stesso. A questo punto, si passerà agli step successivi.

Istruzioni per l’applicazione di un adesivo da parete

  • distendere il foglio su un tavolo o sul pavimento con il disegno rivolto verso il basso;
  • separare delicatamente la pellicola trasparente dalla carta bianca facendo attenzione che lo sticker rimanga attaccato sulla pellicola, specie lungo i bordi e le parti più piccole;
  • posizionare la pellicola trasparente sullo spazio che si intende decorare, esercitando una leggera pressione e aiutandosi con un righello o una spatola. Questa operazione consentirà all’adesivo murale di rimanere attaccato alla superficie. Se lo sticker presenta degli elementi molto piccoli ed elaborati, basterà facilitare il trasferimento al muro facendo pressione sul disegno con una monetina o una carta di credito;
  • rimuovere delicatamente la pellicola partendo da un angolo, fino a quando la parte in vinile rimarrà attaccata alla parete. Se durante la rimozione della parte trasparente il disegno non rimane attaccato alla superficie da decorare, strofinare un po’ di più in quel punto del disegno. A questo punto lo sticker è stato applicato!

 

Come rimuovere un adesivo murale

La rimozione degli stickers è un’operazione semplice, veloce e senza danni. E’ importante ricordare che il wallsticker non va strappato via di colpo perché potrebbe lasciare residui. Per rendere la rimozione dello stencil ancora più facile, è possibile sciogliere la colla dell’adesivo tramite un phon; l’asciugacapelli va tenuto a bassa temperatura, ad una distanza di circa sette centimetri. A questo punto, basterà sollevare con l’unghia un angolo dell’adesivo e tirarlo delicatamente via dalla superficie. Rispettando questi semplici consigli non dovrebbero emergere particolari difficoltà, ma non possiamo essere ritenuti responsabili per eventuali danni che possono verificarsi sulle superfici quando vengono rimossi i wallstickers.

 Adesivo con cuori in soggiorno moderno

Durata degli stickers da parete

Gli stickers murali in vendita su comproCOMODO sono realizzati in Italia da aziende del settore altamente specializzate. Il materiale di cui sono composti – vinile di alta qualità -  è stato studiato per aderire sulla maggior parte delle superfici ed è facilmente rimovibile. Dopo la rimozione dalla superficie su cui sono stati applicati, non è possibile riutilizzarli.

La durata garantita dei nostri adesivi da muro è pari a 5 anni per il nero e il bianco, 3 anni per gli altri colori.